Friday, 8 July 2016

Allenamento, credenziali e genitori

Ieri ho finito gli esami di maturità e sono andata a Sassuolo a trovare i miei genitori. Stanno invecchiando paurosamente e diventano sempre più piccoli e fragili. Mi dispiace non averli accanto per poterli proteggere, aiutare, rincuorare, sollevare da piccole fatiche quotidiane e offrire loro conforto e amore. Quel niente che faccio mi sembra microscopicamente inutile e non so come fare...

Mia madre si sente partecipe della mia avventura e mi sostiene come ha fatto poche volte nella sua vita. Mi ha anche dato 300 euro (!!!) come contributo del viaggio. Le ho detto che non c'era bisogno ma non ha sentito ragioni. Ha detto che mi servivano per le attrezzature e le spese del percorso. 

Mi dice che le piacerebbe venire anche lei, e so che lo farebbe, se solo mio padre stesse meglio. Si sta spegnendo come una candela: sta sempre seduto sul divano, in giardino o al bar, il posto più lontano dove arriva. E' anche diventato apatico e non c'è niente che gli risollevi il morale. Parla sempre della vecchiaia...

Mi fa male vederlo così.

Stamattina sono andata a fare un giro con la Daniela. In teoria doveva essere una passeggiatina sulla ciclabile del fiume Secchia, alla fine è risultato un allenamento di 18 km, tracciati con Sport Tracker.

Niente male, anche se oggi pomeriggio avevo le gambe indolenzite, ho mangiato a dismisura e bevuto come una fontana. Non so come farò quando sarò in cammino. Forse il fisico si assesterà; me lo auguro.

Devo anche migliorare decisamente le mie capacità di fare foto, altrimenti è meglio che non le metta. Va bé che le faccio col cellulare e senza occhiali, il che decisamente non mi aiuta, ma sono bruttissime.

Stamattina il cielo era leggermente coperto ma in queste foto sembra nuvolo. Della bellezza di Castellarano non si vede nulla. Non c'ero mia stata, ma la parte vecchia sembra un vecchio borgo medioevale, di quelli che si trovano in Toscana o Umbria. 



  La diga sul Secchia



L'apoteosi l'ho però toccata qua. Non sembra, ma questa foto è la migliore di tre.
Ci siamo fermate a metà strada in un barettino dove mi sono mangiata due paste - che mi ha offerto la Dani, visto che io non avevo preso soldi con me perché pensavo saremmo tornate dopo un oretta.
Se eravamo così a metà strada, figuriamoci alla fine.



Oggi quando sono tornata a casa ho trovato le credenziali del Pellegrino.
Sono sempre più pronta per partire

No comments:

Post a Comment